Raistlin Majere
Raislin-Majere.jpg

Il mago piu' potente che sia apparso su krynn. Partecipo' alla Guerra Delle Lance e fu amico, in gioventu', degli eroi delle Lance. Nacque a Solace, in un parto gemellare, da Rosamun e Gilon Majere. Il fatto di avere un fratello gemello, Caramon, rappresento', fin dalla nascita, la caratteristica del dualismo che caratterizza la vita di Raistlin. Gracile e debole di costituzione, fu allevato dalla Sorellastra Kitiara Uth Mathar che, alla nascita, lo salvo’ dalla morte. Eredito’ il dono della magia dalla madre Rosamun, la quale fu consumata dall’energia arcana che, in lei, scorreva grezza e inconscia e che la porto’ all’allucinazione della pazzia e infine alla morte. Per evitargli la sorte della madre, Kitiara lo porto’ alla scuola di magia all’eta’ di sei anni ed egli si dimostro’ il piu’ dotato degli allievi. La sua giovinezza fu segnata da un fisico malaticcio e debole che si contrapponeva alla prestanza fisica e alla forza del fratello Caramon Majere, cosa che creo’ nel mago un senso di frustrazione che doveva segnare il suo carattere. La sua salute malferma gli attiro’ lo scherno dei ragazzi del villaggio. Varie esperienze negative, come la pazzia e la morte della madre e del pdre, svilupparono in lui la solidarieta’ verso gli esseri emarginati che costitui’ un altro aspetto del suo dualismo ma suscito’, anche, il suo senso di impotenza di fronte alla morte che scateno’ in lui la brama di controllare questo atto supremo e lo spinse a riversare, nella ricerca del controllo assoluto della magia, ogni sua energia. Divenne cosi’ precocemente abile con la magia che il Magus veste bianca, Par Salian, Maestro della Torre dell’Alta Stregoneria di Whyreth, lo chiamo’ a sottoporsi alla Prova alla eta’ di 21 anni. Raistlin sopravvisse alla terribile prova ma ne rimase segnato per tutta la vita. Durante la Prova ci fu l’interferenza del potente Arcimago Fistandantilus che tento’ di impadronirsi del corpo e della mente di Raistlin. Il risultato fu uno sdoppiamento dell’identita’ di Raistlin. La Prova’ segno nell’animo e nel corpo il giovane mago. La sua pelle divenne color oro e le pupille assunsero la forma di una clessidra; occhi condannati a vedere il logorio del tempo e il disfacimento di ogni creatura osservata. Il corpo del mago, dopo la prova, sembro’ prosciugato dall’energia vitale e ogni respiro era accompagnato da un rantolo di tosse e di sangue. La sua decadenza fisica fu compensata dalla coscienza di aver acquisito oscure conoscenze e, come a voler compensarlo di quanto aveva perduto, Par Salian gli affido’ uno dei piu’ potenti artefatti magici: il Bastone di Magius. Fu amico e compagno degli eroi delle lance ma, poi, la sua sete di potere lo porto’, per un periodo, a servire la Regina Thakisis ed egli fu una delle Vesti Nere che compirono la magia di mutazione delle Uova dei Draghi buoni facendone scaturire le malvage creature draconiche. Come ogni magus fedele al potere della magia, Raistlin non esito’ a tradire la Regina delle Tenebre per il suo tornaconto. Salvo’ gli Eroi delle Lance e permise loro di distruggere la Pietra della Fondazione, chiudendo l’unica via di accesso nel mondo a Thakisis. In seguito, memore del tradimento delle Vesti Nere, la Regina Thakisis dispenso' direttamente la magia ai suoi Maghi della Spina Divorato nel suo animo dall’influenza di Fistandantilus arrivo’ a un conflitto mortale col potere dell’Arcimago. Questa lotta di titani ebbe un esito ambiguo e da quel momento nemmeno lo stesso Raistlin fu piu’ certo della sua identita’. Sulle orme dell’antico Magus ando’ alla ricerca dell’immortalita’ e tento’ di diventare un dio. Per la prima volta, dopo la maledizione della Veste Nera Rannoch, i cancelli della Torre Nera di Palanthas si aprirono a Raistlin Majere perche’ egli fu riconosciuto, dagli abissali Guardiani della Torre, come l’atteso Maestro del Passato e del Presente. Nella Torre era celato il portale che l’Arcimago varco’ per andare nell’abisso. Dopo la scomparsa di Raistlin fu Dalamar il Nero a essere dichiarato Maestro della Torre Nera.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License