Liriel De Serovist
1147459482fullrestm8.jpg

La silenziosa torre del Veggente della Spina Sir Marik Ishtar quella sera udiva un nuovo suono, il pianto di un neonato. Eilidh Saragant, la sua protetta, credente dell' ordine dei maghi dei Cavalieri di Takhisis aveva partorito, ben presto la piccola appena nata non sarebbe appartenuta solo alla madre, ma al cavalierato intero. Era questo il suo destino, aveva nelle vene il sangue di una stirpe di maghi, nipote di una Veste Bianca e di una Veste Nera, figlia di una rinnegata della spina che l’aveva concepita con un Magus veste nera : Sath de’ Serovist figlio dell’Arcimago Melphice de’Serovist. Tutto era già stato scritto per lei.
Per una bambina crescere a Sanction non è il massimo della vita, Liriel cresceva in una città militare, sotto lo stretto controllo della madre e di quel mago sempre troppo serio, ma che col tempo aveva imparato a voler bene e a rispettare considerandolo come un padre. Sapeva che Marik non era parte di lei, lui stesso glielo ricordava con toni decisi nonostante il forte legame che si venne a creare col tempo; era felice, e l'unico motivo di questa sua soddisfazione era il semplice fatto che non aveva conosciuto altri modi di vivere, maneggiare armi e pronunciare incantesimi sarebbe stato il suo pane quotidiano un giorno.
Il destino però, si sa, ha infinite strade che conducono ognuna in luoghi dalle svariate realtà;
Solace, scenario appena conquistato dai Cavalieri di Sua Maestà, inaccessibile a molti, ma non alla Maestra delle Vesti Nere di allora Shana Sigurd; Eilidh quel pomeriggio aveva avuto ordine di perlustrare Solace insieme ad altri Credenti e Cavalieri; lasciando la piccola Liriel nella loro dimora sui Vallenwood si allontanò per l’ultima volta da sua figlia. La donna delle Vesti Nere sapeva, sapeva il dono che possedeva, sapeva la rara energia che scorreva in lei, frutto di maghi e stregoni del passato e del presente, le serviva come allieva, per forgiare la sua anima ancora innocente, bastò poco per avvicinarla, ancora meno per farla svanire nella sua magia offerta da Nuitari, a Liriel bastarono pochi istanti per comparire tra le braccia della Maestra nella Torre Bianca dei Maghi di Solinari.
Gran confusione quella sera, erano riaffiorati ricordi scomodi, dell’adepta che aveva rinnegato, dell’amore impossibile con un Magus novellino e irresponsabile, e ora loro figlia era in mezzo a loro. Spaventata, sperduta e nostalgica, era sola Liriel, ma non abbastanza da lasciarsi andare, aveva ritrovato la nonna, la veste bianca Jamira Saragant, che seppur ostile inizialmente, aveva cominciato a proteggerla come una nonna protegge la nipote. Istruire Liriel alla giusta causa, era questo ora ciò che premeva maggiormente, avendo vissuto nei territori della Regina le idee erano confuse e vaghe, spiegarle il perché non poteva tornare dalla madre era stato un tormento, e ora che si apprestava a incontrare il padre, il vero padre, il tormento si era trasformato in supplizio. Ma era questo quindi il suo destino, portare il cognome di suo padre e dedicarsi anima e corpo alla Magia, quella stessa Magia che la madre aveva rinnegato prima della sua nascita.

Descrizione

Liriel ha circa 17-18 anni, sul metro e 68, capelli lisci corvini ereditati dal padre e occhi azzurri chiari e acuti della madre. I suoi due unici amori sono la Magia e la Conoscenza, quasi tutto ciò che la circonda dev'essere studiato con intensa discrezione, perchè il Sapere è un dono da custodire in maniera intima senza eccedere in bizzarri spettacoli pubblici come spesso accade a tanti studiosi esibizionisti. Difficilmente la si trova giù di morale, e quando accade vuol dire che il suo animo è stato profondamente turbato, riesce comunque a trovare sempre la forza di reagire per preservare il proprio carattere deciso, indispensabile per divenire un'ottima maga.

Curiosità

- E' nipote dell'Arcimago Melphice de'Serovist

- Sebbene ci siano troppi conflitti di interessi ricorda con tenerezza il periodo passato tra Neraka e Sanction quando i Cavalieri di Takhisis la riempivano di regali e la proteggevano con amore paterno.

- E' legata in maniera profonda alla giovane zia Noelle Saragant, sorellastra della madre, che considera come una sorella maggiore.

- Ha scoperto il sentimento dell' "amore" per la prima volta grazie a un rinnegato, ma l'ossessione per le regole e la rigorosità della disciplina non l'hanno distolta dalla sua strada verso le Lune.

-Alla nascita un Demone ha posto in lei un potere particolare per farlo crescere col tempo, ora è tornato a riprenderselo ma con gravi conseguenze per Liriel che dovrà lottare per la vita.

- E' molto abile nella magia da combattimento.

Dicono di lei

  • Questa ragazza mi ha incuriosita fin dal primo giorno in cui l'ho vista. Avevo capito subito che c'era qualcosa di familiare in lei, successivamente capii tutto quando venni a sapere della sua discendenza. Rimase sorpresa nell'apprendere di suo nonno ancora in vita, chissà che cosa sa davvero del suo passato, forse Sath non ha voluto caricare troppo le spalle di sua figlia, in questo caso posso capirlo. Resta da sapere chi sia sua madre, le poche volte con cui ho parlato con questa ragazza non ho avuto modo di chiederlo, dovrò ricordarmene. La conosco ancora troppo poco per capire se ha del talento oppure no, la sua educazione mi sembra su buoni livelli e se è vero che buon sangue non mente questa ragazza potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa. Si, credo che la osserverò. - Faelyn Wyndil
  • "Ogni volta che la guardo, non posso fare a meno di ricordare le circostanze in cui è nata… Le persone da cui è nata." Commenta con malinconia "Non sembra avere preso molto da sua madre… e probabilmente è un bene, vista la determinazione con cui si dedica agli studi… Questo mi conforta e mi spaventa al tempo stesso… La sua fame di sapere, la sua rapidità nell'apprendimento… sono accompagnate da un'indipendenza, una forza di carattere che temo possano portarla ad agire stupidamente… come con quel rinnegato… Se ne avesse parlato prima, forse si sarebbero potute evitare molte cose… "- Jamira Saragant
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License