Clan Iserod

La Storia del Clan

Il clan Iserod è formato da ceppi di famiglie barbare dei ghiacci nomadi che non si sono infatti mai stanziati in zone fisse dell’Icereach, e che col tempo hanno creato una vera e propria tribù allargata con le acquisizioni familiari ed i matrimoni con genti di altri clan.

I diretti discendenti dei fondatori del clan, ancora viventi e più anziani, sono Sigrid e Melkor Iserod, due fratelli di madre diversa che guidano la tribù attraverso i vari spostamenti e detengono il potere politico del clan.
La loro storia duce che il padre del padre dei due fratelli, il nonno Balistor, si sia scontrato con un potentissimo drago di colore bianco e che vincendolo avesse però subito una maledizione che gli fece divenire la pelle delle braccia di colore nero e sempre fredda, come ghiaccio. Da lì il nome del clan che fondò con le genti che vollero seguirlo, gli Iserod, il Ghiaccio Nero.

I colori del clan sono quindi il rosso delle fiamme, il nero e il bianco, mentre il simbolo è un drago bianco avviluppato da fiamme mortali.

Sigrid è il maggiore dei due, capo politico del clan, Melkor è il cacciatore, si occupa del sostentamento del clan e delle esplorazioni per gli spostamenti.

sigrid.jpg

Sigrid ha avuto una sola moglie, Fredyann, che ha messo alla luce sette figli, sei maschi ed una femmina, ed è morta di una strana malattia che la consumò lentamente a soli trentacinque anni.
Fredyann era una degli shamani del clan e voce di Sirrion, lo divenne da giovanissima quando fu chiaro ai suoi genitori che la bambina di soli sei anni sapeva interpretare i suoni del vento e cadeva in trance naturale quando venivano compiuti sacrifici.
Sigrid conobbe la shamana quando aveva appena quindici anni, mentre era in visita al clan del padre, lui aveva più di trenta anni ma se ne innamorò perdutamente tanto da chiedere subito al padre di poterla portare con sé nel suo clan. Ci fu un accordo e Sigrid riuscì a sposare Fredyann facendola divenire una Iserod.
I due si amarono sinceramente ed in modo leale finché lei morì, tanto da indurre Sigrid a giurare a Sirrion di non aver più alcuna donna dopo la moglie.

Da questa unione nacque Zarak, il maggiore, il figlio dell’amore più passionale e profondo della prima notte di nozze, quando il rituale di fertilità era al culmine del suo potere.
Zarak, forte e determinato, divenne con gli anni il braccio destro del padre e guida di riferimento per i fratellini più piccoli.

L’ultimo figlio della coppia Iserod è Brunhild, l’unica femmina, dal temperamento forte ma spesso caotico e confusionario. La madre era molto fiera di lei, la sua sola femmina, e fin da bambina le insegnò le arti shamaniche senza però riscontrare in lei nessuna “chiamata”.

Quando morì Brunhild aveva solo 12 anni e per lei fu una grave perdita che la portò lentamente a chiudersi un po’ in sé e a costruirsi mondi tutti suoi fantastici.
Zarak, che la amava particolarmente, se ne curò molto e divenne per lei la figura di riferimento più importante mentre il padre invece era intento a guidare il clan.

La chiamata però giunse e Brunhild, non ancora ventenne, scoprì di avere i poteri della Fiamma e decise di lasciare il clan e la tenda del padre per trapiantare il clan Iserod all’Icerock al servizio della tribù storica dell’Icecastle.

I membri del clan

Iserod

I discendenti diretti o consanguinei di Sigrid e Melkor

Brunhild Iserod
Urz Iserod
Zarak Iserod

Iserodson

I membri non consanguinei ma accettati nel clan

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License