Globi Dei Draghi
dlance119.jpg

I Globi dei Draghi, creati nei tempi passati dai maghi del Conclave, erano originariamente cinque. Solamente un mago di alto livello poteva controllarli, nonostante si sia presentata un'eccezione quando Laurana lo usò per respingere l'attacco alla Torre del Sommo Chierico. I Globi dei Draghi avevano il potere di dominare i draghi del loro colore presenti nelle vicinanze. Ogni globo possedeva un suo allineamento cromatico: quello posseduto da Raistlin era verde, quello sulla Muraglia di Ghiaccio era bianco, quello nella Torre del Sommo Chierico era blu, mentre gli altri due erano rosso e nero. L'aspetto rispecchiava questa loro caratteristica, dato che erano semplici sfere di cristallo, ma con all'interno una nebbia turbinante del colore a cui erano allineati. Inoltre erano permeati di una magia potente, che permetteva di compiere imprese al di là della reale forza del mago che ne usufruiva, come viene mostrato quando Raistlin lo usa per fuggire dalla nave sul Mare del Sangue di Istar, teletrasportandosi tramite esso. Come detto, Laurana sfruttò il globo per controllare i draghi che erano all'attacco della Torre del Sommo Chierico, costringendoli a cadere in una trappola predisposta per loro con l'ausilio delle Dragonlance. Pure i draconici furono colpiti, anche se cadevano solo in uno stato di confusione perché non erano completamente draghi. Uno dei Globi lo si ritrova a Silvanost nelle mani di Lorac, re dei Silvanesti, poi preso da Raistlin e usato in più occasioni in futuro. L'esempio più di spicco del pericolo connesso al loro utilizzo è dato dall'Incubo di Lorac. Quando i servi di Takhisis arrivarono per conquistare Silvanost, Lorac tentò di usare uno dei Globi per fermarli, ma la sua mente fu soggiogata. Il drago Cyan Bloodbane cominciò a suggerirgli visioni da incubo della sua terra, che grazie al potere del Globo diventavano realtà. Gli effetti dell'Incubo sarebbero durati ancora per anni dopo la liberazione di Lorac e la sua successiva morte. I Globi andarono incontro a progressiva distruzione o smarrimento, fino a sparire tutti. Il Globo di Raistlin andò in pezzi nel passato per mano del mago stesso, il globo della Torre del Sommo Chierico venne sepolto dalle macerie e distrutto, mentre un terzo Globo fu infranto da Taslehoff sulla pietra nella Radura di Whitestone. Gli ultimi due sono semplicemente dispersi in giro per il mondo, forse distrutti.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License