Berem
_berem.jpg

Berem è un uomo dai molti nomi.
C'è chi lo chiama col suo vero nome da umano, chi lo appella Everman (l'Uomo Eterno), e chi invece, riferendosi alla caratteristica più importante della sua fisionomia, lo definisce "l'Uomo della Gemma Verde".

La gemma verde che Berem porta incastonata nel petto, infatti, è la causa dell'inizio della sanguinosa Guerra delle Lance.
Vi ha dato inizio proprio lui, staccando la gemma con un atto sacrilego dalla colonna del tempio di Istar, finito a Neraka per volere di Takhisis, e bagnandola col sangue di sua sorella Jasla. Questo ha permesso alla Regina delle Tenebre di tornare, ed ha dato inizio alla frenetica caccia di quest'uomo da parte degli Eserciti dei Draghi per ucciderlo.

Berem è, letteralmente, un Uomo Eterno. Da quando, poco tempo dopo il Cataclisma, la gemma verde è rimasta incastonata nel suo petto, infatti, egli non è mai più invecchiato e non ha mai potuto morire, trascinandosi per trecento anni da una sofferenza all'altra.
Il suo aspetto è quello di un cinquantenne, tranne per gli occhi e le mani che ricordano quelli di un ragazzo, e la sua mente è sempre assente, come se ascoltasse e rivivesse le voci di un lontano passato.

Gli Eroi delle Lance lo incontrano per la prima volta a Pax Tharkas, dopodiché lo ritrovano a bordo della Perechon, la nave di Maquesta Kar-thon.
Il suo contributo, assieme a quello dello spirito della sorella morta, sarà fondamentale per l'esito dell'ultima battaglia contro la Regina Oscura.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License